Dallo stendino al lavaggio: come avere lenzuola perfette

Dallo stendino al lavaggio: come avere lenzuola perfette

Il segreto per lenzuola perfette? Il lavaggio, ma soprattutto lo stendino. Ecco come scegliere quello giusto.

Quando si parla di lenzuola scegliere lo stendino giusto è fondamentale se si vogliono ottenere risultati perfetti e impeccabili senza troppa fatica. Lavare la biancheria da letto infatti non è certo un’operazione semplice. I motivi sono tanti: le lenzuola ingombrano nella lavatrice (soprattutto se sono matrimoniali) e sono difficili da stendere. Necessitano di molto più tempo per asciugarsi, soprattutto d’inverno, e piegarle è una vera impresa. Per non parlare della stiratura, resa complicata dalla presenza di pieghe che il più delle volte non vanno via.

Cosa fare allora? Un aiuto può arrivare dallo stendilenzuola. In commercio esistono vari modelli fra cui scegliere, alleati perfetti per un bucato pulito e senza fatica. Solitamente, per garantire l’igiene, le lenzuola andrebbero cambiate almeno una volta a settimana. È preferibile lavarle da sole, separate dal resto del bucato, dividendole per tessuto e colore, proprio come si fa di norma con i capi d’abbigliamento.

Le lenzuola in cotone, colorato oppure bianco, richiedono un lavaggio in acqua calda (60°), per il tessuto invece, molto più delicato, è preferibile una temperatura bassa (40°). Nel caso in cui sia necessario igienizzare le lenzuola si può optare per temperature molto più alte (sino a 90°), aggiungendo un po’ di candeggina gentile, che disinfetta, ma rispetta i colori. Alcuni tipi di lenzuola, come quelle ricamate a mano o in pizzo, hanno bisogno di particolari accortezze e dovrebbero essere lavate all’interno di reti da bucato.

Dopo aver lavato la biancheria si potrà finalmente procedere all’asciugatura. Lo stendino, come detto, in questi casi è fondamentale e può fare la differenza fra lenzuola senza pieghe e ore di lavoro con il ferro da stiro. L’ideale è stendere all’aria aperta, dove il sole potrà aiutare ad eliminare acari e germi. Durante la stagione fredda, quando l’umidità è alta, stendere le lenzuola diventa molto più complicato perché lo stendino, soprattutto nelle case piccole, diventa ingombrante, antiestetico e scomodo da spostare, in più le lenzuola non si asciugano mai.

In questo caso un aiuto può arrivare dallo stendibiancheria giusto. I modelli più in voga in questo momento sono quelli da soffitto: pratici, facili da utilizzare ed efficaci. Si tratta di particolari stendini che vengono fissati in alto e consentono di asciugare il bucato più in fretta e senza troppa fatica, su aste indipendenti. Il sistema è piuttosto semplice: le aste vengono manovrate con carrucole e cordini, che consentono di stendere senza troppa fatica le lenzuola, per poi issarle.

I vantaggi in questo caso sono molteplici: il calore si accumula sempre in alto, quindi la biancheria si asciugherà molto più in fretta. Inoltre non avrete più problemi di spazio, poiché lo stendino è fissato al soffitto e, dopo essere stato usato, scomparirà. Ne esistono di varie misure: da quelli da 2 metri a quelli da un metro e mezzo, perfetti per tutti gli spazi e le esigenze.

Scopri lo stendibiancheria Stendinik

Salva spazio con lo stendibiancheria da soffitto sali scendi Stendinik. Scegli tra le misure disponibili o richiedine uno personalizzato. Lo stendibiancheria da soffitto Stendnik è ultra resistente ed è installabile all'interno ed all'esterno.

Ceiling Clothes Airers Stendinik
Sede legale: Via Cuomo, 21 - Bellizzi (SA) - ITALIA | P.IVA 06014030651 | Made with by 2cWebLab

Payment